Bild: MountainBike_4015


CONDIZIONI valide dal 01.01.2018

Ogni cittadino straniero ha il diritto di inoltrare una domanda di naturalizzazione, se rispetta le seguenti condizioni:

  • essere in possesso di un Permesso C valido
  • residenza di almeno 10 anni in Svizzera
  • residenza di almeno 5 anni in Ticino
  • residenza di almeno 3 anni nel Comune, fra i quali i due precedenti l’inoltro della domanda, ininterrottamente
  • conoscenza scritta (A2) e parlata (B1) dell'italiano
  • non aver fatto capo all'aiuto sociale nei 3 anni precedenti la domanda
  • essere in regola con il pagamento delle imposte
  • non avere in corso alcuna procedura all'Ufficio esecuzioni e fallimenti
  • rispettare la sicuretta e l'ordine pubblico
  • avere delle conoscenze elementari di storia, geografia e civica
  • incoraggiare l'integrazione del coniuge, del partner registrato o dei figli minorenni sui quali esercita l'autorità parentale.

 

Nel calcolo degli anni di residenza in Svizzera, non sono presi in considerazione quelli trascorsi al beneficio di un permesso N (richiedenti l’asilo) o di un permesso L; mentre quelli con il permesso F (ammissione provvisoria), contano la metà.

Gli anni trascorsi in Svizzera tra gli 8 ed i 18 anni contano doppio, ma il soggiorno effettivo deve essere di almeno 6 anni.

 

DOCUMENTI

  • conferma dello stato civile registrato per cittadini stranieri o apolidi dell’istante (non coniugato) oppure certificato di famiglia dell’istante (coniugato) o certificato dell’unione domestica dell’istante (in unione domestica registrata), rilasciato dal competente ufficio svizzero di stato civile da meno di 6 mesi;
  • certificati di domicilio giustificanti i termini legali di residenza trascorsi in Svizzera, nel Cantone e nel Comune;
  • copia del permesso per stranieri C in corso di validità e certificazione dell’autorità della migrazione confermante tipologie e durate dei permessi per stranieri posseduti dall’istante durante i termini legali di residenza in Svizzera (modulo 11);
  • copia di un documento nazionale di identità in corso di validità (passaporto, carta d’identità, certificato di viaggio per rifugiati, passaporto per stranieri sprovvisti di documenti nazionali, eventuali documenti nazionali sostitutivi);
  • estratto per privati del casellario giudiziale federale, da richiedere presso gli sportelli postali (a partire dai 12 anni, anche per i figli  compresi nella procedura);
  • autocertificazione sui criteri d’integrazione penale (modulo 8, a partire dai 16 anni, anche per i  figli compresi nella procedura);
  • dichiarazione dell’ufficio di esecuzione circa eventuali procedimenti esecutivi o fallimentari in corso ed eventuali attestati di carenza di beni già rilasciati (a partire dai 12 anni, anche per i figli compresi nella procedura);
  • dichiarazioni circa il pagamento delle imposte comunali, cantonali e federali e l’assenza di arretrati scoperti (moduli 2 e 3 a partire dai 18 anni);
  • dichiarazione delle competenti autorità circa l’eventuale erogazione di aiuti sociali degli ultimi 3 anni (modulo 10);
  • ultima notifica di tassazione cresciuta in giudicato;
  • certificazioni circa la conoscenza della lingua italiana conformemente a quanto disposto dall’art.3 del regolamento della legge sulla cittadinanza ticinese e sull’attinenza comunale o dispensa rilasciata dall’autorità cantonale;
  • certificazione circa la frequentazione del corso ed il superamento presso una scuola ticinese accreditata del test sulle conoscenze del contesto geografico, storico, politico e sociale della Svizzera e del Ticino o documentazione a comprova della frequenza scolastica o dispensa rilasciata dall’autorità cantonale;
  • certificazioni inerenti l’esercizio di un’attività economica (dichiarazione o contratto di lavoro, decisione AI, iscrizione alla disoccupazione,…) o di una formazione (dichiarazione frequenza scuola,…) durante gli ultimi 3 anni;
  • certificazione concernente l’attribuzione dell’autorità parentale per istanti o figli minorenni compresi nell’istanza, nella misura in cui l’autorità parentale non è esercitata congiuntamente dai genitori.

I documenti alle lettere a), c) e l) sono da procurare prima di chiedere gli altri documenti elencati; i documenti alle lettere b), e), f), g), h), i), devono essere emessi di recente e a dipendenza delle circostanze, sono da aggiornare sino alla conclusione della procedura.

I figli minorenni possono essere inseriti  nella domanda di uno dei due genitori.

Importante: I documenti che non sono redatti in italiano, in francese o in tedesco devono essere accompagnati da una traduzione autenticata in una di queste lingue. Il servizio cantonale naturalizzazioni (+41 91 814 17 54) è a disposizione per qualsiasi informazione.

 

ALTRI CRITERI

Nella valutazione dei diversi criteri di naturalizzazione, l’autorità comunale tiene in debita considerazione la situazione personale di ogni candidato.

Le persone invalide, affette da una grave malattia oppure che hanno delle gravi difficoltà a leggere e scrivere e che per queste ragioni non adempiono a certe condizioni, ed in particolare alla conoscenza scritta e parlata dell’italiano e alla riscossione di aiuti sociali, possono segnalare queste circostanze al momento dell’inoltro della domanda di naturalizzazione. Le stesse devono essere comprovate con un certificato medico.

Uno dei criteri per la naturalizzazione è il rispetto dei valori indicati nella Costituzione federale, quali la democrazia e la parità dei sessi. L’ordinanza federale menziona però anche il diritto alla vita e alla libertà personale, la libertà di credo e di coscienza, la libertà di espressione, l’obbligo di prestare servizio militare o servizio civile sostitutivo e di assolvere la scuola dell’obbligo.

 

NATURALIZZAZIONE AGEVOLATA

I cittadini stranieri residenti in Ticino dalla nascita e ininterrottamente da almeno dieci anni, possono acquisire in via agevolata la cittadinanza ticinese, se ne fanno richiesta prima del compimento del ventiduesimo anno di età. Il comune di attinenza è quello in cui il richiedente ha vissuto ininterrottamente nei due anni precedenti l’inoltro della domanda.

Art. 21 cpv. 1 LCit: il coniuge di un cittadino svizzero al momento dell’inoltro della domanda di naturalizzazione, deve dimostrare di aver risieduto in Svizzera per almeno 5 anni fra i quali l’anno precedente alla presentazione della candidatura e di vivere da almeno tre anni in unione coniugale. Si tratta di una procedura federale.

Art. 10 LCit: il partner registrato di un cittadino svizzero, al momento dell’inoltro della domanda di naturalizzazione, deve dimostrare di aver risieduto in Svizzera per almeno 5 anni fra i quali l’anno precedente alla presentazione della candidatura e di vivere da almeno tre anni in unione domestica registrata. Si tratta di una procedura ordinaria cantonale.

 

DECISIONE

Art. 8 RLCCit: svolta la procedura dell’art. 16 LCCit (accertamenti ed esame), il Municipio di regola entro sei mesi, sottopone con messaggio al legislativo la domanda di concessione dell’attinenza comunale.

La procedura deve essere conclusa anche se il candidato si trasferisce in un altro Comune o Cantone, a condizione che l’incarto sia pronto per il messaggio.

 

RISORSE